venerdì 24 dicembre 2010

E' NATALE! (E io sono più cattiva che mai!)

E così anche quest'anno è arrivato il Natale, il giorno in cui vorrebbero farci credere sia nato Cristo. (Mah! Io semplicemente mi rifiuto di credere che Egli fosse del Capricorno... !) E siamo (quasi) tutti pronti a scambiarci regali e panettoni, spumanti e auguri di buone feste e a stare seduti a tavola una notte intera a mangiare l'impossibile, che poi per digerire andiamo in Chiesa a vedere la messa ecc..ecc..

Certi giorni odio proprio la gente!

































 Dico quasi tutti, perchè ad esempio la sottoscritta a Natale lavora a causa delle velleità falsamente altruistiche dei Comandanti, che poi si traducono in sete di pubblicità (e quindi denaro e quindi potere, e basta.) Se vogliamo fare della beneficenza, cerchiamo di farla TUTTO l'anno, non solo a Natale! Come si spiega che il 25 dicembre di ogni anno andiamo girando per le stazioni e nei vicoli malfamati a raccattare senzatetto e vecchietti  per offrire loro cibo e compagnia!? 








 Proprio noi, che nei restanti 364 giorni facciamo tutto quanto in nostro potere per allontanare quelle stesse persone dalle nostre strutture, dai luoghi in cui viviamo e lavoriamo, spaventati che l'idea di degrado indotta dalla solitudine e dalla povertà di queste genti possa nuocere alla nostra immagine di popolo sano e benestante, educato e civile. Io lo trovo vergognoso! E mi dispiace tantissimo di dover prendere parte alla Grande Farsa. Mi consola il fatto di non avere avuto scelta, se non altro non parteciperò come volontaria, ma sarò letteralmente obbligata a prestare servizio: io, sola lavoratrice salariata, a denti stretti tra i sorrisi di chi, bontà sua, sarà lì per puro altruismo e abnegazione! Comunque!
Le persone sono, giorno dopo giorno di più, una delusione. Ormai anzi, non sono neanche più delusa, ho quasi perso la capacità di indignarmi di fronte alla continua mancanza di coerenza e buon senso dell'essere umano!

Certi altri invece vorrei abbracciare tutti...
Quindi, non mi resta che festeggiare (negli scampoli di vita libera dall'onnipresente servizio!) con le (sempre meno numerose) persone amiche, autenticamente amiche, che mi restano. Consapevole che comunque tutto ha una fine. Ultimanente, anzi, ben conscia del fatto che anche quella che può sembrare la più solida delle famiglie, potrebbe scoppiare come una bolla di sapone, lasciando solo odio tra i suoi componenti.
In definitiva, mi accingo a brindare alla caducità dei rapporti umani, con quei pochi calici che resistono al tempo e alla continua erosione dell'egoismo umano, sapendo bene che potrei perdere anche loro, soprattutto adesso, soprattutto quest'anno, soprattutto durante le feste di questo Natale che, stavolta, mi vede più cattiva che mai!! :-PPP

lunedì 29 novembre 2010

E UN ANNO SE NE VA....Tempo di bilanci

Sta per finire un altro anno, fra pochi mesi ne compirò 30. Non mi sembra vero! E poi non me li sento, trent'anni! Io, che adoro guardare i cartoni giapponesi e che, cascasse il mondo, non posso farmi trovare senza un degno costume a carnevale o per la notte di Halloween, sto per entrare nei famosi "enta". L'età del giudizio, della "maturità".
Nel mio mondo, intendo dire nella provincia di Modena di questi anni, a trent'anni un uomo o una donna di media cultura e di media volontà possono già raccogliere i primissimi frutti delle precedenti fatiche. Sempre che ne abbiano fatte (di fatiche, intendo!) e sempre che abbiano avuto un pizzico di fortuna, che non guasta mai!



Facendo un bilancio del 2010, ormai agli sgoccioli..: sì, posso dire di rientrare a pieno titolo in questa categoria. Proprio quest'anno, infatti, sono riuscita ad "accasarmi", nel senso, diciamo, "etimologico" del termine.

Non mi sono sposata (anche con tutta la buona volontà, sarebbe stato difficile poter sposare quella che ormai è la mia compagna e convivente da 7 anni. Almeno alle nostre latitudini! C'è ancora qualcuno che - se pure volessimo farlo - ce lo impedirebbe sostenendo che due persone appartenenti al medesimo sesso non possono formare una famiglia. :-O ) Però ho comprato casa! Naturalmente dividendo le spese, il fardello del mutuo, le gioie e le immense soddisfazioni con la mia summenzionata partner (leggi "moglie").

Qualche soddisfazioncina è arrivata anche sul fronte lavorativo, e, anche se all'atto pratico non è cambiato granchè, è bello sapere che qualcuno si è accorto degli sforzi fatti! :-)

Dal punto di vista relazionale... stendiamo un velo pietoso? Ma infondo no, perchè? Il 2010 mi ha aperto gli occhi anche sugli affetti che sentivo più cari, su persone che avrei creduto per sempre al mio fianco e che invece mi hanno scaricato alla prima difficoltà (o forse dovrei dire "non appena non ho fatto più comodo"?). Anche se lo sa Dio se sono orgogliosa, non mi vergogno di ammettere che è andata così, che io sarei passata sopra (quasi!) qualsiasi cosa pur di non far morire un'amicizia che ritenevo speciale, mentre dall'altra parte lo stesso sentimento è stato vissuto come un limite. Sì lo so, questo è quello che ho avvertito io, può darsi le cose non stiano proprio così ma in ogni caso il risultato è lo stesso. Se ti accorgi che una persona a te cara se ne va, non stai a guardare chiuso nel tuo orgoglio.
Non è la prima volta che succede, ma questa volta avrei giurato che sarebbe andata diversamente. E il colpo l'ho sentito forte e amaro, come un pugno nello stomaco quando meno te lo aspetti.


Ma va bene così. Un insegnamento in più, un altro po' di dolore che servirà a farmi crescere, e a farmi capire che non bisogna mai donarsi completamente agli altri: mai credere di conoscere tanto bene i sentimenti di qualcuno. Ognuno di noi conosce solo i propri, e spesso l'errore è attribuire agli altri quello che sentiamo noi.
Per ogni porta chiusa, comunque, si apre sempre un portone. Perciò quello che farò è aspettare che passi di quì qualcuno con le stesse corde mie: ho già cambiato una nota nella sinfonia dell'Universo e ne attenderò i frutti dando valore a chi mi arricchisce e togliendone a chi invece mi toglie energie e sorrisi.


 

Esaminando i movimenti in dare, trovo che non ho nulla da recriminare.
Sono pienamente soddisfatta di quest'anno, della mia vita e di chi, ogni giorno, l'affronta al mio fianco succhiandone il buono e sopportandone le amarezze...grazie per aiutarmi a vedere sempre il blu dietro alle nuvole!







giovedì 25 novembre 2010

NON IMPARERO' MAI...!



Non imparerò mai a fare finta.
Sul lavoro sono fregata, perchè non riesco ad inventarmi scuse e/o alibi per nascondere gli errori miei e dei colleghi. Tanto a chi comanda non interessa la verità, chi ha sbagliato e perchè. Vogliono solo qualcuno da punire, un capro espiatorio per fare vedere che comandano loro, che hanno polso, che non gliela si fa! Non importa se sacrificano chi non c'entra. E se sei così fesso da non riuscire a nascondere gli errori, bè...in quel caso fai presto a passare dalla parte del bersaglio. Eppure per molti è così facile...trovare una scusa, una qualunque, oppure negare fino a non ricordare più com'è andata davvero.
Invece io non imparerò mai!
A dare il giusto, e quando mi conviene, senza aspettarmi niente in cambio. Suona brutto? Non si dovrebbe, lo so. E' però molto facile dire che se dai lo devi fare così, a fondo perduto. Per pura voglia di donare qualcosa di te. Ma se io do, quelle - oserei dire - rarissime volte in cui mi apro davvero a qualcuno, allora vuol dire che ti sto dando tutta me stessa, e se ti sembra che chieda qualcosa in cambio, bè, forse è solo la prova che non hai gettato via il mio dono. Che non hai cestinato la sottoscritta.
Ma tanto non imparerò mai.
Che l'Amicizia non è solo uscire insieme a bere qualcosa, o chiamarti nel momento in cui ho bisogno, o passare una serata con te perchè al momento non ho nulla di meglio da fare. Potrebbero offrirmi una cena a sbafo al Grand Hotel in compagnia dei miei autori preferiti ma...se ho preso un impegno con te, sarà te che vedrò quella sera.
Sarò anche poco furba, sarò quello che vuoi. Tanto lo so che non imparo!

giovedì 16 settembre 2010

PACKIN' UP MY LIFE - Chi lascia la casa vecchia per la nuova...-

Il vecchio armadio...vuoto!
La vecchia sala...piena di scatoloni..

...Amica Chips!...La patata...tira!...Non so perchè ma di tutti i cartoni inquadrati, l'occhio cade sempre lì!

La nostra casina...Prima del "restauro"!


Lo stupendo mosaico della cucina















...Ehm...!!The bathroom!...Colori insoliti per un bagno ma...col tempo ci faremo l'abitudine...









Almeno fino a quando non lo rifaremo daccapo!




Il mosaico sul pavimento all'ingresso






Ornamento del pavimento della sala








La nostra futura palestra!
Il pratico disimpegno notte!


Et voilà!...La nostra cucina!



La camera da letto












La nostra palestra! Nell'angolo a sinistra metteremo la sauna...



E l'area "relax" della palestra, con angolo bar,  poltrona e sofà reclinabile...










La nostra sala!!!