mercoledì 16 febbraio 2011

L'EPOPEA DELL'ODIO

L'Odio non è, come spesso si crede, il contrario dell'Amore. Spesso è solo la risposta naturale alla sua negazione, e come tale va inteso: come una difesa da un sentimento che altrimenti ci ferirebbe perchè rifiutato e/o non ricambiato. Più spesso, anzi, quel sentimento ha avuto tutto il tempo di nascere in noi, germogliare e poi devastarci appassendo perchè appunto non ha trovato un riscontro nel mondo reale.
Non è necessario pensare che si tratti dell'ideale romantico: l'amore negato può anzi fare molto più male quando veste i panni di un amico, di un fratello o persino di un genitore che abbiamo amato moltissimo e dal quale ci siamo sentiti abbandonati, piuttosto che le promesse disattese da un innamorato fedifrago! Infatti ci si aspetta sempre che un innamoramento, per quanto profondo e intenso, possa finire. Direi persino che, per la sua stessa natura effimera, questo tipo di amore è proprio destinato a non durare.
Di natura diversa è, invece, l'affetto che mi aspetto da un vero amico e quello che mi impegno a riservargli. Le parole "mi impegno" non sono quì scelte a caso perchè nell'amicizia, a differenza dell'amore, posso davvero scegliere di esserci, di garantire il mio appoggio e la mia stima per tutti i giorni a venire.
Non si tratta certamente di un amore incondizionato, perchè essendo l'amicizia il più nobile ed idealista dei senimenti, è chiaro che la mia ammirazione e il mio supporto sono subordinati alla condotta del mio amico: non posso continuare ad essere amica di una persona disonesta o di un assassino perchè, nel momento in cui lui si rivelasse tale, verrebbero a decadere la mia stima (e natuarlmente il mio desiderio di supportarlo in ciò che intraprende) e la mia fiducia; così come non potrei continuare a sentirmi legata ad un amico che palesemente non ha nessuna considerazione di me, o che mi "usa" a suo comodo per i suoi personali bisogni.
Però, fermi restando questi elementi basilari (che ripetiamo : stima, mutuo soccorso e fiducia ) posso promettere che sì, sono tua amica adesso come lo sarò tra vent'anni e fino alla fine dei miei giorni.
Quando siamo innamorati, invece, al nostro amore infondo poco importa delle reali qualità dell'amato: potremmo scoprire, che ne so...che è un egoista integrale, una persona senza attributi o qualcuno che venderebbe la madre pur di fare carriera...non per questo smetteremmo di amarlo, o per lo meno, non subito. Prima deve terminare la fase di idealizzazione, o - per dirla terra-terra - di "prosciutto sugli occhi"!
Se poi parliamo dell'amore parentale, si potrebbe definire come una fase di idealizzazione perenne, in cui le fette di prosciutto dagli occhi non cadono mai. Quì è il sangue a parlare, qualcosa che sembra trascenderci e, anche se disprezziamo con tutto il cuore quello che fa nostro figlio, anche se comprendiamo bene che egli fa del male, anche se sappiamo che sceglie deliberatamente di compiere azioni deprecabili...bè, possiamo punirlo, schiaffeggiarlo, persino desiderare che paghi per le proprie azioni ma difficilmente, nel profondo del cuore, potremmo smettere di amarlo.

Volevo parlare di Odio, perchè credevo fosse questo ciò che dovrei sentire, adesso. Il titolo è la prova evidente che queste erano le mie intenzioni.
Invece, per tutto il tempo non ho parlato che d'Amore!
E' più forte di me, non ce la faccio proprio ad odiare nessuno, anche chi se lo meriterebbe tutto! Anche chi mi ha delusa sopra ogni cosa. Anche chi mi ha fatto sentire sola, inutile ed abbandonata.
Ho guardato in me stessa, alla ricerca di quella Difesa Sacra dell'Io, della nostra Dignità, del nostro Orgoglio, in ultima analisi della nostra Integrità Emotiva, e non ne ho trovata nessuna. Nessuna difesa!
Svanisce anche l'ultima scintilla di rabbia, lasciandomi dentro solo sorda cenere, per chi non può o non vuole sentirmi. Non permetterò che questo grande rifiuto mi faccia dubitare del mio valore.
Non provo odio perchè non mi serve.
La mia Anima sa bene che SOLO L'AMORE E' LA CURA!



1 commento:

  1. Mia piccola e sensibilissima Lety..............non potresti ma raccontar l'odio xkè non lo senti.......non lo vivi! E sai xkè? Perchè chi sa amare non saprà mai odiare. L'odio prende il posto dell'amore solo nelle persone che non sanno amar...e ! L'amore riempie spazi infiniti.............e se manca la si riempie con altri sentimenti...........a volte, anzi spesso con sentimenti non nobili come l'amore. L'amore si cerca negli altri spesso.....ma è dentro di noi che lo dobbiam trovare. E tu non hai bisogno di cercarlo ^_^

    RispondiElimina