sabato 30 aprile 2011

LAW OF ATTRACTION - Ciò che desideri è tutto intorno a te

Ieri sera, vagabondando sul web, ho scoperto per caso questa nuova corrente di pensiero chiamata "LEGGE DI ATTRAZIONE".
In realtà non sarebbe poi così nuova, dal momento che i suoi sostenitori  fanno risalire la sua "pratica cosciente" all'epoca rinascimentale e, più in generale, tendono ad assimilarla all'alchimia: l'arte di trasmutare il piombo in oro, e, sul piano spirituale, i sentimenti negativi o "di pancia" nei loro corrispettivi positivi, "di cuore".  
Dunque, se  nel pentolone di un alchimista un metallo di bassa lega può cambiare la propria natura diventando prezioso, allora un sentimento abietto come può esserlo ad esempio l'invidia, passando dal terzo al quarto chakra, rispettivamente posti nella zona lombare e del cuore, può trasformarsi nel suo corrispettivo nobile, ovvero nell'ammirazione; la pietà nella compassione, la paura nell'eccitazione della sfida, e così via.
 I postulati della legge di attrazione sono pochi e molto semplici, benchè sembrino trovare conferma nella fisica quantistica.


  1. La materia in realtà è inconsistente, perchè se la si scompone nelle sue parti infinitesimali  si trovano solo le "famose" stringhe, minuscole particelle di energia vibranti. Dunque, la materia è energia.
  2. Il pensiero, cioè il prodotto dell'attività cerebrale, non è altro che l'insieme di impulsi energetici che viaggiano da un neurone all'altro, generando scariche di energia. Dunque, il pensiero è energia. L'energia è materia. Il pensiero crea e modifica la realtà.
  3. Il simile attrae il simile. Ovvero, energie negative attraggono cose e situazioni negative, e viceversa. Dunque, i pensieri nefasti, la paura di certe situazioni, fanno sì che poi nella realtà, tali eventi temuti, e quindi prefigurati dal pensiero, accadano realmente. Ma questo significa anche il contrario: in poche parole, basterebbe visualizzare e pensare intensamente a ciò che si desidera perchè ciò accada.
Naturalmente non basta esprimere un semplice desiderio. Si tratta invece di individuare quelli che sono i nostri desideri reali e poi focalizzarli, concentrarsi su di essi, cullarli amorevolmente e con fiducia nella nostra mente godendone come se già si fossero concretizzati, sperimentando veramente l'emozione che proveremmo se davvero avessimo già raggiunto quegli obiettivi, più volte al giorno e per molti giorni, senza mai perdere la fede nella legge di attrazione stessa, senza mai dubitare che ciò che è già nella nostra mente e nel nostro cuore, sarà presto anche nella nostra mano.


Sembra di trovarsi all'interno di un romanzo di Paulo Coelho, nei pensieri del "Manuale del guerriero della luce":


"Poichè crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere."


Oppure alle prese con le avventure e le rivelazioni di Santiago, tra le pagine sconvolgenti de "L'Alchimista":

 "Tutto l'universo cospira affinché chi lo desidera con tutto se stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni."


Chissà, forse anche il famoso scrittore è un "seguace" della legge di attrazione, e - almeno nel suo caso - sembrerebbe proprio aver dato i suoi frutti!





Uploaded with ImageShack.us



Uploaded with ImageShack.us




Che sia vero oppure no, quel che è certo è che tentar non nuoce, e almeno un tentativo val la pena di farlo se la ricompensa può essere la realizzazione dei nostri sogni!
Ecco quì qualche approfondimento: è incredibile quanto materiale si trova sul Tubo riguardo questa teoria!
Fatemi sapere cosa ne pensate, e soprattutto, se decidete di provarci, quali saranno gli esiti dei vostri sforzi!


Buoni desideri a tutti!
  

  • ALKIMIA SVELATA - Salvatore Brizzi


Nessun commento:

Posta un commento