domenica 9 marzo 2014

FIAMME E GHIACCIAI


Scivolo sulle superfici fredde dei tuoi specchi,
mentre tu mi scavi gli occhi per rimanerci dentro.
Ti scaldi alla fiamma che non scioglie i ghiacciai,
ti bei dei fulvi riflessi che guizzano
contro le nude pareti del tuo labirinto.
Sono costretta a inseguirti per le strade anguste dei pensieri,
ti fermi ad aspettarmi, poi scappi e ridi.
Persa in questo bosco bianco trovo il mio senso,
ché oltre al muro freddo canta una sorgente.

PRIGIONE SENZA SBARRE

Fugge la mente sopra le stelle
anima sola, folle, ribelle.
Da questa orrida monotonia
or si ritrae la mente mia,
per affrancarmi da questa gabbia
fatta di arida, sterile sabbia
se almeno un pensiero non è solo mio
io voglio dare alla mente l'addio.
Eccovi tutti, felici, beati
così contenti di esser clonati.
Oh, perdonatemi, abbiate pietà
della mia assurda unicità!
Se esser diversi è anomalia
esigo, subito! La lobotomia!

                 (Gabriella Arpino)

COSA PENSANO DI TE GLI ALTRI SEGNI - CANCRO







ARIETE - Indubbiamente sexy, materno, protettivo, stimola il mio istinto di protezione e potrei persino trasformarmi in un principe azzurro o nell'eroina che scioglie la maledizione di cui il suo bello è vittima. Gli do un 7!

TORO - Il nostro ménage é davvero invidiabile. Adora la mia cucina, e gli piace che mi prenda cura di lui con cibi sani e nutrienti. Amiamo visitare i mercatini dell'antiquariato e arredare casa nostra con stile e buon gusto. E a letto...che bomba! 10 è troppo?
GEMELLI - Be', noi due ci comprendiamo al volo, non ci sarebbe quasi bisogno di parlare, non fosse che chiacchierare è una delle cose che più ci piace fare. Davanti a una birra e a molti stuzzichini gustosi e tutti diversi, insieme ai nostri amici, parliamo di tutto. Voto 8.

CANCRO - Non sopporta i miei sbalzi di umore, i miei silenzi improvvisi. E' molto intelligente, ma la sua è un'intelligenza di tipo logico, che poco ha a che spartire con la sensibilità che io ricerco. Quando sono in vena di leggerezza, però, ammetto che uscire con lui è davvero fichissimo! 7.

LEONE - Mi piace molto, anche se lui mi tratta sempre da suo pari. Non è disposto a riconoscere la superiorità di nessuno, e dà del "tu" praticamente a chiunque. Ma è un'adorabile canaglia, che sa sempre come farsi benvolere, anche nell'alta società. 7

VERGINE - Un cervello sopraffino e lo spirito fresco e allegro di un bambino. Parlando con lui dei miei problemi, mi stupisco sempre di come le mie ansie sembrino scomparire, o perlomeno si ridimensionano un po'. Una cosa non tollero, però: non è mai puntale! Voto 7

BILANCIA - Mi ci trovo abbastanza bene, ma non posso rivelargli molte cose di me. Già io sono un riservato per natura, ma poi, svelare un segreto a lui equivale a farlo sapere all'intero pianeta. Per il resto è divertente, sempre disposto a provare nuovi localini un po' particolari... voto 6.

SCORPIONE - Per lui nulla ha importanza, o almeno così sembra. Abbiamo priorità molto diverse, sempre ammesso che lui ne abbia qualcuna. Si entusiasma spesso, ma è difficile che riesca a provare una vera passione, qualcosa di viscerale, che ti stringe lo stomaco in una morsa... non so se mi interesserebbe davvero approfondire la conoscenza di un tipo così. 5.

SAGITTARIO - E S P L O S I V O! Divertente, mai noioso, sempre interessante e interessato! Tra noi è scattata subito la scintilla, è stato come riconoscersi tra simili, anche se in realtà siamo molto diversi. Ma, fidatevi di me, la nostra intesa è eccezionale. Voto 9!

CAPRICORNODissoluto, spendaccione. Poco o per nulla serio. Le doti in lui si sprecano, eppure non muove un dito per metterle a frutto. Non sa neppure cosa sia il sudore, non ha mai dovuto faticare per ottenere meriti e riconoscimenti. La vita a volte è proprio ingiusta. 4, tiè!

ACQUARIO - E' un tipo in gamba, che sa prendere il meglio della vita senza crucciarsi troppo per i piccoli problemi quotidiani. Certo, questo potrebbe essere anche un limite. In fondo, per arrivare all'eccellenza un uomo ha bisogno di cervello, ma anche di un certo grado di dolore. 7.

PESCI - Belle le serate in sua compagnia! Si mangia, si beve, si scherza... Lo trovo un amico interessante, anche se non posso mostrargli le mie ansie e le mie insicurezze: non credo capirebbe. 6.

AMORE ORRORE


Questo è il mio grido di estremo dolore
perché l'inganno ha straziato l'amore.
Per la fiducia sì tanto tradita
più non si chiude questa ferita.
Per questo male non c'è più perdono
ormai di pietra, di ghiaccio io sono.
La fede scivola via dalle dita
e geme l'anima, inorridita!
Ecco si spezza, si sbriciola il cuore
annichilito da tanto terrore...
Resta soltanto l'indifferenza
per sopravvivere a tal sofferenza!
Ricordo un amore più dolce del miele
che dava la luce di mille candele...
Ora le fiamme soccombono al vento
e solo regna un immenso tormento.
Per questo male che ho avuto in sorte
solo un sollievo rimane, la Morte!

                 (Gabriella Arpino)

mercoledì 5 marzo 2014

SUL FINIRE DELLA NOTTE

Quasi sola, nel silenzio quasi perfetto del mattino, cammino in punta di piedi sull'orlo dei miei abissi, sospesa sull'ora gravida di promesse di una nuova giornata.
Angeli e demoni si contendono gli ultimi scampoli di buio:
si torcono, gemono, graffiano, gridano, si afferrano, si mordono, si sfiorano, si baciano.
Si scambiano il sangue, si passano il sudore, e pelle e denti e fiato e unghie, e nelle bocche e sulle lingue si confonde il sapore.
Ma già una lama di luce squarcia il velluto scuro, si rompe l'incanto, si spezza la quiete.
Una sirena urla, cadono le spade ai piedi impolverati. Un filo d'oro sorprende le ombre aggrappate le une alle altre, esauste come amanti...
E sbadigliando se ne vanno insieme, nell'ombra dei cirri che avvolge l'aurora.

sabato 1 marzo 2014

EURO DELIRIO

Abbiam creduto, ingenui, nell'euro!
Ecco che siam candidati alla neuro
Questi politici illuminati
ci hanno davvero ben bene fregati
Lavoro nero, truffe, sommerso,
non aspettatevi che sia diverso.
Siamo asfissiati da troppo tasse
già siam rinchiusi in tetre casse
Non c'è speranza, niente futuro
allineati con le spalle al muro
non facciam figli, sono un gran lusso
se vomitiamo è per il reflusso.
E' già conclusa questa partita
ché troppo cara diviene la vita
e con i prezzi dei carburanti
costano i viaggi quanto diamanti.
Non c'è futuro, niente speranza
con i discorsi non riempi la panza
e per sfamarmi, cosa rimane?
Solo un biscotto rubato al mio cane
già con il conto sempre più rosso
son ruzzolata dal ciglio nel fosso.
Per scongiurare la bancarotta
sarò costretta a far la mignotta.

                  (Gabriella Arpino)

FORZA, FACCIAMOCI A PEZZI!

Questa è la danza dell'inquinamento
che fa il magnate così contento
lieto si pasce della natura
tutti menandoci a sepoltura
godendo molto del suo bel guadagno
noi siamo mosche, lui certo il ragno.
Or, soffocati da tali miasmi, 
siamo già tutti dei vaghi fantasmi
con il veleno che scorre nel sangue
ogni speranza di vita ormai langue.
La distruzione della foresta?
Dove l'avete, "Umani", la testa?
Con il globale riscaldamento
ecco la fine che aleggia nel vento!
Facciamo scempio di tutto il Creato,
che fine ha fatto quel che ci han dato?
Ecco svanire ogni speranza
mentre la Morte intorno ci danza.
No, non poniamo nell'"Uomo" la fede,
non è assennato come si crede,
una speranza, la sola, rimane,
è nell'amore, il più puro, di un cane.

                     (Gabriella Arpino)

TOTENTAZ II

Offrirmi, Morte, il tuo dolce sorriso
dopo l'inferno sarà il paradiso.
Prendimi, dunque, amica sincera,
perché la gioia è ormai una chimera!
Vattene vita, dalla doppia faccia
perché la Morte soltanto mi abbraccia.
Toglimi, dunque, le tante pene
perché la vita mi ghiaccia le vene.
Per le creature di carne e di sangue
ogni speranza, ecco, già langue
e nella nebbia svaniscono i sogni,
siam troppo schiavi dei nostri bisogni!
Debole e inutile è ormai il coraggio
ché la Realtà ci reca l'oltraggio,
ecco la beffa che tutti incatena
troppo presente ormai è la pena!
Vattene vita, sparisci alla vista,
mettimi, Morte, nella tua lista!
La tua venuta soltanto io anelo,
non più la vita, squarciane il velo!
Temo la vita, non certo la Morte,
già sono chiuse tutte le porte.
Ecco! E' fuggita ormai la speranza!
Ha mille muri ormai questa stanza!

               (Gabriella Arpino)