mercoledì 27 febbraio 2013

ACQUARIO


ACQUARIO
(21 Gennaio – 19 Febbraio)




Segno di aria, maschile, fisso, l'Acquario è dominato da Urano, pianeta del cambiamento, della novità, della rivoluzione. L'aria dell'Acquario è un vento forte che spalanca le finestre e si porta via tutto quello che di vecchio esisteva per fare spazio al nuovo.
I nati del segno sono tra i più intelligenti dello zodiaco. Non è raro trovare tra loro veri e propri "genii", e a ben guardare ognuno di loro ha in sè un pizzico di folle genialità: possono apprendere qualsiasi cosa, e diventarne maestri senza troppo sforzo.
Anticonformisti e ribelli, rivestono spesso il ruolo un po' antipatico di "bastian contrari", remando fiduciosi controcorrente. Grazie a loro cambiano le mode, grazie a loro si superano i vecchi concetti e si valicano i confini della conoscenza. Il nativo è un anticonformista dalle idee strampalate ma geniali, e deve sentirsi libero di esprimere in ogni campo la sua unicità, il suo distinguersi sempre e comunque dalla massa. Un Acquario che non ha la possibilità di dire come la pensa, o di fare ciò che ritiene opportuno può diventare una persona scontrosa e frustrata, ma c'è da scommettere che – anche quando il buon senso lo sconsiglierebbe (per esempio in campo lavorativo) – il nativo farà sentire forte le sue ragioni, infinschiandosi bellamente di inimicarsi il capo o delle possibili conseguenze che potrebbero derivare dalle sue parole e azioni. Del resto proprio non sopporta i leccapiedi, e preferirebbe essere torturato e ucciso piuttosto che affermare qualcosa che vada contro i suoi nobili principi.
L'Acquario è un idealista dai forti valori umanitari, può spendersi in prima persona per nobili cause a favore del prossimo, o ergersi a difesa di quanti ritiene più deboli. E' un tipo molto socievole e generalmene molto popolare, benchè ogni tanto preferisca separarsi dal branco per vivere da lupo solitario per un po'. La solitudine non lo spaventa e, anzi, sembra rinvigorirlo, ritemprarlo. Durante questi ritiri "eremitici" solitamente partorisce nuove idee da mettere a disposizione degli altri. Non a caso uno dei miti che lo rappresenta è quello di Prometeo, che sfidò gli Déi per donare il fuoco agli uomini.
Nonostante queste caratteristiche filantrope, a volte l'Acquario si comporta in modo distaccato e freddo nei confronti delle altre persone, dimostando disprezzo e indifferenza verso le loro opinioni. Il fatto è che lui è sempre svariati chilometri avanti agli altri, e lo sa. Non si tratta affatto di snobismo, perchè nessuno più di lui crede nell'eguaglianza di tutti gli esseri umani, soltanto non tollera la stupidità, l'ottusità mentale, i pregiudizi che vede nella gente, mentre stima chi ha il coraggio di lottare per le proprie idee e per i propri ideali. Non è mai facile giungere a godere della sua amicizia, ma una volta che la si sia conquistata si troverà in lui il migliore degli amici, generoso, divertente, e sempre pronto a tendere una mano.

L'ACQUARIO E L'AMORE

L'Acquario può provare forti simpatie, che vive come subitanee intese che lo portano a provare immediato interesse per una determinata persona. Qualche astrologo sostiene che i nativi si innamorino spesso, ma non è proprio così: infatti, un conto è infatuarsi di qualcuno, provare un improvviso e fulminante interesse per questa persona; ben diverso è far durare questo sentimento e avere voglia di far crescere la relazione nel tempo.
Va detto subito che molti Acquario non credono granchè nel matrimonio, perchè non capiscono come un sentimento come l'Amore possa essere sottoposto a "contratto". Certo, se un giorno credessero di aver incontrato l'anima gemella, probabilmente cederebbero alla tentazione di ufficializzare il loro rapporto, ma ciò non toglie che – indipendenti come sono – se l'unione dovesse naufragare e l'amore finire, non si rassegneranno a stare insieme al coniuge soltanto perchè hanno firmato un documento. In questo caso, il loro innato idealismo li porterebbe dritto dall'avvocato per riconquistare l'amata libertà. Sì, perchè per questo nativo la libertà è tutto, e non solo quella dal partner, (che pure gli è necessaria per vedere gli amici e per colitivare i suoi numerosi interessi) ma anche quella di pensiero, di espressione, di azione. Bisogna però ammettere che nel rapporto a due l'Acquario è anche molto, molto geloso, e difficilmente è in grado di concedere al partner la stessa libertà che pretende per sè.
Il genere di amore che fa per gli acquariani è più una sorta di "amicizia amorosa", fatta di fiducia reciproca e di una comune visione del mondo, ma senza vincoli, senza obblighi e responsabilità soffocanti. Paradossalmente, quanto più libera riesce ad essere una relazione, tanto più solida e indistruttibile risulterà per l'Acquario perchè, se è vero che non sopporta i contratti e gli obblighi, è anche vero che crede moltissimo nei valori e nei suoi ideali.
Nonostante il fascino indiscutibile degli esponenti del segno, che così spesso li porta a vestire i panni dei classici "rubacuori", se non intervengono posizioni planetarie più sensuali nel tema natale, non sono individui molto passionali. Non è che non amino il sesso, ma al contatto fisico puro e semplice preferiscono un piacere più cerebrale. Guardare, in particolare, li eccita molto, così come l'essere guardati. E' il tipo di amante che potrebbe regalare al partner completini e giocattoli sexy e pretendere poi che li indossi durante l'incontro amoroso.

DOVE INCONTRARLO

In un pub, in discoteca, ad una manifestazione per i diritti civili.


COME SEDURLO

Cercate il suo sguardo in mezzo alla folla, e lanciategli lunghe e languide occhiate 

a intervalli regolari.

A conversazione avviata, tenete presente che in genere è abituato/a ad essere 

abbordato/a da numerosi/e pretendenti: se volete fare colpo su di lui/lei dovrete 

risvegliare il suo interesse, senza però dargli/le l'impressione di essere troppo 

disponibili. Dovete essere voi a farvi desiderare!



COME SEDUCE

Paradossalmente, in genere si viene sedotti proprio dal suo comportamento 

scostante e distaccato, dal suo sarcasmo fine, dalla sua aria da lupo solitario un 

po' imbronciato. In pratica, seduce facendo scattare negli altri la voglia di 

sciogliere il suo cuore di ghiaccio!



CARTA DI IDENTITA' DELL'ACQUARIO

Periodo dell'anno INVERNO Genere MASCHILE
Età 72 – 79 ANNI Gruppo ARIA
Parte del corpo GAMBE, CIRCOLAZIONE VENOSA Categoria FISSO
Temperamento NERVOSO Maestro Diurno URANO
Qualità CALDO, UMIDO Maestro Notturno SATURNO
Impulso INNOVAZIONE Comportamento ANTICONFORMISTA E RIBELLE


SIMBOLO h
Il simbolo stilizzato è il glifo egizio che indica la parola “acqua”. Nelle raffiguarazioni articolate è un uomo che versa l'acqua della vita e della conoscenza agli altri uomini.

AZIONE
Io precorro

ASPETTO FISICO
Pelle chiara, occhi chiari molto espressivi, capelli castani o biondi, viso tondo, mento aguzzo.

CURIOSITA'
  • Parecchi Acquari sono mancini!

PERSONAGGI FAMOSI
Wolfgang Amadeus Mozart, Albert Einestein, James Dean, Virginia Woolf, Natalie Imbruglia, Valentina Vezzali.

Nessun commento:

Posta un commento